Utilizziamo cookies per migliorare la vostra esperienza sul nostro sito. Continuando a visitare questo sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookies.

Pubblicità
Pubblicità

Accordo tra Comune e Cinema Anteo per la pubblicità sui ponteggi del cantiere

La Giunta ha approvato le linee di indirizzo per la stipula di una scrittura privata tra Comune di Milano e società

cantiereCinema450Anteo spa per regolare l'esposizione pubblicitaria dei ponteggi dello stabile di proprietà demaniale di via Milazzo - piazza XXV aprile. L'operazione, concordata nell'ambito dei lavori di restauro delle facciate dell'edificio che ospiterà il "Palazzo del cinema", porterà 70 mila euro nelle casse del Comune e prevede l'esposizione pubblicitaria solo sulla facciata di piazza XXV aprile.

 I lavori di pulitura delle facciate dello stabile rientrano nel progetto per la realizzazione del "Palazzo del cinema", proposto dalla società Anteo spa e approvato dal Comune di Milano con una delibera di Giunta del gennaio 2016. Il dispositivo prevede la concessione in locazione di una porzione dell'immobile all'Anteo e il restauro (a spese della società) degli spazi in affitto e delle facciate, anche di quella di piazza XXV aprile che continuerà ad ospitare gli uffici comunali.

 "Si tratta di un'interazione virtuosa tra pubblico e privato nella cultura", afferma l'assessore a Bilancio e Demanio, Roberto Tasca, che aggiunge: "Un esempio di come deve essere il ruolo del Comune rispetto all'iniziativa privata dei cittadini".

 L'affissione pubblicitaria sui ponteggi, che durerà sei mesi, avrà un corrispettivo di 140 mila euro offerto dalla concessionaria a fronte di un importo di 140 mila euro stimati per i lavori di pulitura delle facciate. Il Regolamento sulla pubblicità (art. 4.20) prevede che l'autorizzazione di spazi pubblicitari presso cantieri a fronte di interventi su edifici di proprietà comunale sia subordinata alla compartecipazione nella misura del 50% degli importi derivanti dallo sfruttamento pubblicitario. In altre parole al Comune di Milano è destinata la metà dell'incasso: 70 mila euro.

Pubblicità