Utilizziamo cookies per migliorare la vostra esperienza sul nostro sito. Continuando a visitare questo sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookies.

Pubblicità
Pubblicità

Milano. Open government: piano operativo per un’amministrazione aperta alla partecipazione dei cittadini

Un’Amministrazione comunale più accessibile, partecipata e vicina ai cittadini.

amministrazioneAperta450La Giunta comunale ha approvato, nel corso della prima Settimana dell’Amministrazione aperta, le linee di indirizzo in materia di open government e promozione della partecipazione civica presentata dall’assessore alla Partecipazione, Cittadinanza attiva e Open data Lorenzo Lipparini.

 “Si tratta di un piano operativo che si svilupperà nell’arco dei prossimi 12 mesi - dichiara Lipparini - e che prevede l’attuazione degli obiettivi del terzo Piano di azione nazionale per l’attuazione dell’Open government partnership, l’iniziativa internazionale che mira a ottenere impegni concreti dalle Pubbliche Amministrazioni per la promozione della trasparenza, il sostegno alla partecipazione e all’attivismo civico. E’ un piano ampio e lineare che vuole migliorare la conoscenza delle attività della macchina comunale e la fruibilità del grande numero di dati in possesso della Pubblica Amministrazione, che dovranno diventare aperti, accessibili e riutilizzabili. Tutta la Giunta si è impegnata a lavorare in questa direzione per rendere il Comune di Milano uno spazio sempre più aperto, dove trovare informazioni chiare e semplici, dove il dialogo con il cittadino è veloce e diretto e l’attività politico-amministrativa è puntualmente rendicontata”.

 Accessibilità dei dati: l’Amministrazione comunale si impegna a pubblicare contenuti aggiuntivi rispetto a quelli obbligatori già previsti dal “Piano triennale di prevenzione della corruzione e della trasparenza 2017-2019”.

 Patrimonio immobiliare: sul Geoportale recentemente presentato (geoportale.comune.milano.it/sit) sarà disponibile il patrimonio immobiliare del Comune. Sarà possibile visualizzare le modalità di gestione del bene, anche per agevolare la raccolta di proposte per l’utilizzo da parte di associazioni, cittadini e società civile degli immobili non utilizzati.

 Addio ai documenti scansionati: i documenti pubblicati in formato pdf saranno trasformati in formati aperti, accessibili e riutilizzabili per facilitare la consultazione, garantendo l’accesso alle informazioni a tutti i cittadini in coerenza ai principi di uguaglianza e di non discriminazione.

 Amministrazione Trasparente: i dati rilasciati all’interno di questa sezione del sito saranno disponibili in formato aperto per agevolare nuove modalità di consultazione ed elaborazione. I documenti tecnici saranno resi più comprensibili grazie all’aggiunta di un piccolo glossario esplicativo a corredo e le funzioni di ricerca degli archivi documentali saranno semplificate e potenziate, attraverso sistemi di feed Rss o simili per ricevere notifiche e aggiornamenti personalizzati.

 Organigramma: i dati relativi all’organizzazione comunale saranno pubblicati con la chiave “Who is who”, per rendere semplice l’identificazione del referente cercato e la sua esatta collocazione nell’organigramma dell’Amministrazione comunale.

 Più controllo: il sistema di monitoraggio interno sulle pubblicazioni sarà integrato per migliorare la qualità dell’informazione attraverso l’utilizzo di parametri di valutazione e confronto che si affiancheranno ai risultati prodotti dalla piattaforma CRM (Customer relationship management) già esistente.

 Open Bilancio: sul portale saranno create pagine dedicate alla presentazione dei bilanci comunali in forma chiara e comprensibile, grazie al supporto di grafiche semplici e divulgative. I dati di bilancio e le performance delle aziende partecipate saranno disponibili anche sul portale dell’Agenzia per la Coesione territoriale “OpenPartecipate”.

 Formazione dipendenti: all’interno del “Piano biennale della formazione” previsto dal “Programma Triennale per la Trasparenza e l’Integrità del Comune di Milano” saranno favorite attività volte a diffondere e radicare nella Pubblica Amministrazione la cultura della trasparenza come ambito fondamentale del rapporto con i cittadini e della professionalità amministrativa al di là degli adempimenti obbligatori.

 Registro degli accessi civici: creazione di una sezione dedicata all’elenco delle richieste di accesso documentale, di accesso civico e di accesso generalizzato con indicazione dell’oggetto, della data della richiesta e dell’esito con la data della decisione. Un report annuale degli accessi sarà pubblicato successivamente allo scopo di monitorare il fenomeno e progettare interventi di facilitazione.

 Partecipazione online: istituzione di un ambiente telematico multicanale all’interno del portale istituzionale per la raccolta delle istanze di accesso civico, dove si potranno presentare e sottoscrivere petizioni, interrogazioni e proposte di deliberazione di iniziativa popolare.

 Collaudo civico: in collaborazione con cittadini e associazioni si progetteranno e promuoveranno forme di “collaudo civico” per le attività di pubblicazione delle informazioni del Comune di Milano.

 Qualità dei servizi: uno spazio, ripartito per ogni servizio, in cui convergeranno le carte dei servizi, i dati sulle prestazioni rese, sugli obiettivi raggiunti, sulla qualità percepita e la customer satisfaction, con presentazioni sintetiche e infografiche. Saranno riportati anche il controllo di gestione e la valutazione delle prestazioni delle società/associazioni che forniscono servizi in outsourcing, sia ai cittadini sia ai clienti interni.

 Agenda pubblica degli incontri dei pubblici decisori: la Giunta comunale promuoverà la pubblicazione online dell’attività degli assessori, in particolare quella svolta con i portatori di interessi utilizzando la piattaforma “LobbyCal” sviluppata nell’ambito del progetto U.E. Integrity Watch, resa disponibile a titolo gratuito alla Pubblica Amministrazione e già adottata per l’Agenda pubblica degli incontri della Commissione Europea. Saranno rese disponibili anche schede di sintesi con le attività della Giunta.

 Anagrafe pubblica degli eletti e dei nominati: l’Amministrazione lavorerà con il Consiglio comunale per agevolare la consultazione dell’attività istituzionale dei consiglieri per valorizzarne la conoscenza e l’impegno. L’obiettivo è documentare le attività dei consiglieri comunali relativamente a votazioni, interrogazioni, ordini del giorno e mozioni.

 Si sosterranno infine le iniziative di revisione regolamentare per l’adeguamento dello Statuto Comunale, del Regolamento Partecipazione Popolare, del Regolamento dei Municipi, del Regolamento sull’accesso agli atti amministrativi ai nuovi strumenti partecipativi e di ‘accesso civico generalizzato’.

Pubblicità